Studio Legale
 
Quesito n. 7 del 7 aprile 2020: PIGNORAMENTO DEL CONVIVENTE

Quesito n. 7 del 7 aprile 2020: PIGNORAMENTO DEL CONVIVENTE

Condividi
Tempo di lettura:1 Minuti, 4 Secondi



Ho residenza presso un amico, proprietario dell’appartamento.Abbiamo due certificazioni di residenza  diverse(come fossimo due nuclei famigliari distinti). Io ho problemi con finanziarie.Domanda :il mio amico è responsabile  nei confronti del creditore? Egli è proprietario di casa  e percettore di pensione. Vi ringrazio

RISPOSTA:

Gentile signore,

Nel caso in cui Lei dovesse subire un pignoramento, il proprietario della casa potrebbe evitare l’assoggettamento all’esecuzione dei beni che l’ufficiale giudiziario dovesse rinvenirvi provando che sono suoi.

Salvo che non abbia conservato le fatture di acquisto di ogni bene questa prova è impossibile, né la legge (art. 621 cod. proc. civ.) consente la prova testimoniale di quanto precede.

Per questo motivo, vi consiglio di fare un contratto di locazione/comodato gratuito dei beni che Lei può utilizzare, magari circoscrivendoli ad una stanza e chiarendo che tutto ciò che non è compreso è di proprietà e ad uso esclusivo del comodante.

Naturalmente questo contratto dovrebbe essere registrato per avere data certa antecedente al pignoramento.

La pensione del suo coinquilino non è pignorabile per debiti che riguardano Lei, salvo che egli non abbia rilasciato garanzie o fideiussioni in Suo favore.



Condividi